Lizard store

MILANO
Location: Store

Fotografie di Carlotta Coppo
Testo di Silvia Totaro

In Via Circo 1 a Milano, a due passi da Piazza Mentana, c’era una vecchia galleria d’arte, oggi c’è Lizard Store che propone una selezione di collezioni contemporary donna. Eppure qui, sarà che siamo nel distretto delle 5vie d’arte e design, sarà che un’istallazione di luci tubolari fluttua sui soffitti di una scatola rosa corallo, sarà che qui si “mettono in mostra” e si vendono capi- e non solo- di nuovi designer internazionali, qui qualcosa che parla d’arte è rimasto.

Lizard è capace di distinguersi per la sua identità raffinata lontana dai dozzinali visual popolari; a conduzione di un concept così sofisticato c’è un nome altrettanto poco diffuso, Luce Masera è una ragazza di 28 anni che decide di seguire un sogno dettato da necessità.

Il tutto nasce dalla ricerca online attenta dei suoi outfit: Alexa Chung, Lee Mathews e Nanushka sono alcuni dei brand che ha deciso di esporre per essere un nuovo punto di riferimento per chi cerca lo stile di nicchia. Luce non è sola, insieme a lei, un team tutto femminile ad accezione di Pedro, il suo cagnolino.

Entriamo da Lizard e sotto alle suole un pavimento palladiano da fuoriclasse, rimasto da uno spazio degli anni ’60, il resto è stato realizzato da Gigaworkshop, i designer Carolina e Alessandro, profili giovani e talentuosi della Milano del Design contemporanea. Il negozio è tutto rosa, un’estetica in sintonia con il gusto millennial. Protagonista però non è il colore delle pareti bensì il tubolare di neon Alphabet di Artemide e metallo cromato che appeso al soffitto fluttua leggero nello spazio. Questo oltre ad illuminare, funge da tubo per l’appenderia, percorre le scale come un corrimano e riappare al piano inferiore come volesse disegnarci il percorso.

Nulla è fuori posto, e gli abbinamenti delle tinte sono minuziosi per chi opera nello styling. L’attenzione è al dettaglio: le grucce sono trasparenti, leggere e impercettibili per lasciare libera espressione alle fantasie dei vestiti; però i ganci, quelli sono dorati a dare il tocco eccentrico e studiato. Gli espositori sono in plexiglass dai toni sfumati e delicati, una scelta vincente a smaltire lo spazio da volumi talvolta ingombranti ma necessari. Sulla scala in mostra sono gli accessori: tra borsette e scarpe anche vasi e suppellettili, il mix di fashion e design.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Navigation

My Cart

Close

Quickview

Close

Categories

error: © 2019 Specchi