Roots Milano

MILANO
Location: Salone di bellezza

Fotografie di Alberto Rizzieri
Testo di Silvia Totaro

Quando si parla di salone di parrucchieri il primo pensiero è quello di un ambiente progettato in maniera puramente tecnica e funzionale: colore bianco, finiture glossy, sedute in ecopelle per una disposizione degli arredi ben concreta e immediata. Un clichè anni 80 che la famiglia di ROOTS ha voluto sdoganare.

Da un’idea di Alessandro, Lucille, Giampaolo e Daniele, Roots Milano vuole essere un posto esclusivo come una fusione di mestieri d’artista: styling, tattoo artist, hair stylist, con il supporto di una mente concreta a chiudere il cerchio in modo perfetto.

Il loro percorso inizia in un piccolo spazio in viale Bligny. Distinti fin da subito per la loro proposta creativa, in poco tempo fuori l’uscio si è creata la fila. Si potrebbe considerarlo un traguardo raggiunto ma la voglia di crescere e fare la differenza è il segno indelebile che tutt’oggi Roots vuole lasciare, affiancando all’iniziale offerta di parrucchiere e tatuaggi nuovi servizi come spazio benessere, cura della persona ed eventi.

In via San Gottardo 3, si suona al citofono 48 e si entra in una corte riservata, quella corte segreta di puro carattere milanese immersa nel verde ed estranea al caos cittadino. Difatti l’insegna di Roots nemmeno si legge perché in parte mascherata dall’edera rampicante, ma questo poco importa perché chi vi si trova di fronte non è qui per caso.

Si entra da una tipica porta di una serra inglese, i vetri, le cornici in ferro e la rampicante ad impreziosirlo. Un’anticamera stracolma di piante preannucia il carattere Bohemiene degli spazi interni. L’accoglienza è in penombra, abat-jours accese tra divanetti in velluto; gli specchi antichi e i tavolini da caffè con le gambe graziate. Qui ci si conosce, si raccontano nuove storie e si ascolta buona musica…

Dislocato su due piani, al piano terra l’hair saloon e poi la scala che porta allo studio di tatuaggi. Non solo le solite postazioni parrucco addossate al perimetro della stanza, ma anche un grande tavolo centrale attorno al quale sedersi a rifarsi il look. Grandi statue in ceramica di carattere animalier vigilano il salone, le vecchie poltrone in pelle da Barbiere si riflettono negli specchi.

Sono tutti pezzi d’arredo unici e rari, reperiti dai 4, persi tra i più grandi hangar di antiquariato in giro per l’Italia. Uniti dalla passione per il retrò, stile che è la chiave del loro Main concept “Feels like home”, tipico salotto casalingo. Una collezione vastissima di elementi decorativi per il living sono oggi l’assortimento ad effetto wow che allestisce lo spazio secondario nel giardino.

Una ricchissima pluralità di texture e colori a definizione di uno styling ben preciso e ricercato, frutto di personaggi estrosi protagonisti di una Milano creativa e di successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Navigation

My Cart

Close

Quickview

Close

Categories

error: © 2019 Specchi