Six Gallery

MILANO
Location: Galleria di Design

Fotografie di Mattia Greghi e Alberto strada
Testo di Silvia Totaro

Ci troviamo in Zona Ticinese in una piccola via laterale, oltre il portone del civico 7, c’è un angolo segreto e inaspettato. Entriamo, ad accoglierci un piccolo patio di una vecchia corte milanese, dove si affacciano ballatoi e la luce è naturale sopra le fronde del verde. Oltre il lucernario della corte, la vetrata di una grande porta a pivot, è l’ingresso di Six Gallery. Il vetro trasparente da la percezione di essere già entrati in galleria, qui l’outdoor si fonde con l’indoor. Six nasce dall’idea dell’imprenditore Mauro Orlandelli e l’osmosi delle passioni di una squadra di professionisti.

Gli interni sono curati dagli architetti David Lopez Quincoces e Fanny Bauer Grung. Oggi incontriamo Fanny, norvegese, nata a Parigi e cresciuta a Roma. Partner nella vita e nella professione di David, nato a Madrid. Conosciuti nello studio di Piero Lissoni, dove entrambi lavoravano, Fanny e David hanno riscoperto le potenzialità di questo edificio nell’intento di far emergere in modo intelligente il genius loci. Dalla sintesi del rigore del duo di progettisti, traspare un’empatia che si tramuta in un habitat elitario, divenuto scenario ispirazionale e luogo d’arte.

Un vecchio convento di suore poi lasciato in abbandono, è stato recuperato per dare vita ad un nuovo Hub. Un open space con sapore grezzo e autentico, dove tutto sembra appartenere al passato: i mattoni fatti riaffiorare sulle pareti e poi tinteggiati di un grigio fumè, il pavimento neutro e originario, dall’effetto usurato, e proprio per questo pieno di fascino.

Si ha la percezione che questo posto sia vissuto e riportato in luce da molti anni ormai: Six Gallery è una galleria di design che vuole avere un carattere decadente ed essere al tempo stesso esempio di mood bohemien di rara eleganza grazie ad un attento mix and match di alti e bassi, dai grandi pezzi della storia del Design ad anonimi ma allo stesso tempo bellissimi complementi.

Pochi pezzi, ognuno ha il suo posto da protagonista. Six Gallery dispone in ordine design e cultura, in galleria si accostano vasi vietnamiti ad arredi scandinavi, tra velluti pregiati e luminarie vintage. Tutto suona armonioso e scenografico in un background di colore muto.

A fianco dello spazio espositivo troviamo gli uffici creativi che passano quasi inosservati. In primo piano un acquario di vetro: una serra indoor in perfetto stile inglese, l’ufficio di Fanny, a supervisione della Factory creativa dove risiedono ordinate le postazioni del team sviluppo-progetti. Il motivo dei mattoni a vista è l’involucro, al centro scrivanie e sospensioni minimali da dove echeggia di sottofondo una musica a bassissimo volume, motore e stimolo per la creatività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Navigation

My Cart

Close

Quickview

Close

Categories

error: © 2019 Specchi